Il Monte Bulgheria e le valli dei fiumi

Il Monte Bulgheria e le valli dei fiumi

Il Monte Bulgheria e le valli dei fiumi Mingardo e Bussento rappresentano una della particolarità paesaggistiche più affascinanti del territorio cilentano.

Tra la Valle del Fiume Mingardo a Nord e quella del Bussento a Sud si innalza, come fiorendo dal Flysh, il Massiccio del Bulgheria, dalla cui vetta si gode uno dei più suggestivi panorami del Mediterraneo: il blu del Tirreno ed i colori del Golfo di Policastro. 

Monte con forte carattere di mediterraneità, il Bulgheria si presenta con aspre pendici ricoperte, sul versante orientale, da folti boschi di leccio. Sul versante meridionale dominano le aride Garighe mediterranee che si tingono di colori incredibili in prossimità e sui mori sommitali, per estese fioriture di Lavanda.

Ai colori di questa profumata essenza si aggiungono vari cromatismi delle rocce: nero per le Dolomie triassiche, candidi Calcari, giallo delle Marne ricche di fossili di Ammoniti, fulvo e scuro delle aree flyscioidi.

Alle pendici del Monte Bulgheria si trovano le valli dei fiumi. Sotto le sue balze di NW si apre la Valle del Fiume Mingardo, ricoperta nella parte orientale della sua foce da boschi di Pino d’Aleppo. Alla Valle interna del Fiume si accede dalla strettissima Gola del Mingardo dalle ripide pareti, sulle cui balze appare il pregevole Borgo medioevale di San Severino di Centola. Il presidio di questo accesso, facile di penetrazione dalla costa all’interno, è stato vitale per i popoli dell’interno allorquando dovevano difendersi dalle incursioni saracene e per il controllo dello sbocco a mare.

A sud del Bulgheria il fiume Bussento incide una lunga valle dopo essere risorto dalle viscere della terra che lo avevano inghiottito a pochi chilometri dalla sua sorgente sul Monte Cervati. La grotta in cui il Bussento impetuosamente riappare dopo il suo cammino sotterraneo, sotto l’abitato di Morigerati, e la valle che incide, sono uno degli spettacoli più belli del Cilento e del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni. Lo spettacolo che troverete … acque limpide e fresche, regno della Lontra, che scorrono tra le rupi e all’ombra di foreste ripariali, felci, antichi mulini, rapide e cascate.

In tutta l’area sono disseminati piccoli centri ricchi di storia e di peculiari ed antiche testimonianze.

Gli incredibili panorami che si trovano presso il Monte Bulgheria e le valli dei fiumi (fiume Mingardo e fiume Bussento) rappresentano luoghi perfetti per alcune attività: passeggiate, escursioni, trekking, etc. Sarete avvolti da sensazioni uniche, immersi nella natura incontaminata.

Ma oltre a questo ci sono anche molte altre cose … Monte Bulgheria – natura e cultura da vedere.

Per restare aggiornato seguici sui nostri social: visita la nostra pagina Facebook o Instagram, e guarda tutti i video sul nostro canale Youtube!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Powered by