Il Monte Cervati : Natura e Cultura

Il Monte Cervati : Natura e Cultura

Il Monte Cervati: natura e cultura da vedere!

Questa montagna si trova nell’area sud-orientale della Campania, nel cuore del Cilento, e rappresenta il tetto del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni. Tale monte, con quota di 1898 m, imprime una fisionomia “montana” a tutto il territorio circostante.

Il Cilento è un’area geografica pressoché collinare/montuosa, e il Monte Cervati, o Massiccio del Cervati, ne rappresenta l’esempio più importante, con tanta natura e cultura da vedere.

Caratterizziamolo: estese e vetuste foreste di faggio, con il suo sistema di doline contornate da aridi pascoli rocciosi che caratterizzano la zona cacuminale della montagna. Dalle scoscese greti e strapiombi del crinale a Nord si gode una magnifica vista dell’intero Vallo di Diano e, tra le rupi, si apre una piccola rotta ove viene custodita la Madonna della Neve, meta di pellegrinaggio degli abitanti dei centri posti ai piedi del Monte.

I territori montani, in particolare quello del Monte Cervati e quelli delle zone vicine, sono l’ideale per escursioni e passeggiate, immersi nella natura incontaminata. E se siete amanti del trekking non perdete questa esperienza.

Il Monte Cervati e il territorio circostante presenta tanti spunti: natura e cultura da vedere!

Di seguito vi proponiamo le principali cose da non perdere.

  • Laurino: Centro storico e Palazzo Ducale, Convento di S. Antonio, Costa e Grotta di S. Elena, Gole e valle del Calore, area archeologica di S. Giovanni, Chiesa di S. Maria Maggiore, Monte Cavallo e Grava di Vesalo
  • Piaggine: Fontana dei Caciocavalli, Monte Cervati e dintorni, Sorgenti del Calore, Cascata del Ponte, Centro storico e Chiese
  • Valle dell’Angelo: Chiesa di S. Barbato, Grotta di S. Michele, Fiume Calore
  • Rofrano: Centro storico, Badia di S. Maria di Grottaferrata, Fosso di Pruno, Raia del Pedale, M. Centaurino
  • Sanza: Centro storico, Monte Cariusi, Ascensione al M. Cervati, Cippo di Pisacane, Torre medioevale, Chiesa dell’Assunta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *