Battistero San Giovanni in Fonte

Il Battistero Paleocristiano di San Giovanni in Fonte si trova a Padula e rappresentava una vasca battesimale.

Ma vediamo prima qualche informazione su questa cittadina.

Padula si trova a sud-est della provincia di Salerno, nel Vallo di Diano, su due colli a circa 700 metri sul livello del mare. In particolare lungo il confine con Sassano scorre il fiume Tanagro, che attraversa il Vallo di Diano da sud a nord.

La cittadina si trova anche nel territorio denominato Cilento. Padula dista 100 km da Salerno e 65 km da Potenza. E circa dieci chilometri da Sala Consilina.

Il Battistero Paleocristiano di San Giovanni in Fonte era utilizzata come vasca battesimale.

Il rito del battesimo si svolgeva con l’immersione in acqua. Questa procedura trova riscontro in una lettera di Aurelio Flavio Cassiodoro risalente al 527 circa (Variae, VIII, 33).

Ecco cosa descrive Cassiodoro. In concomitanza con la celebrazione del rito avveniva un miracolo: quello del sollevamento dell’acqua. In particolare l’acqua risaliva dal quinto al settimo dei gradini posti ai bordi della vasca battesimale, per consentire così l’accesso dei catecumeni.

Nella zona del Battistero di San Giovanni in Fonte sono stati effettuati dei saggi archeologici. Da questi si è documentata e riscontrata la presenza di alcuni gradini lungo il lato sud. Probabilmente essi sono stati realizzati anche sul lato opposto, quello che si trova a nord. Inoltre gli scavi hanno evidenziato la presenza di una condotta necessaria per il deflusso del livello dell’acqua.

Essa può essere considerata come una fonte battesimale. La struttura sorgeva sulle mura di un preesistente edificio pagano. Inoltre testimonia uno degli insediamenti cristiani più antichi, considerando l’epoca della tarda antichità.

A conferma di ciò nel 1928 risultava crollata un muro di rinforzo nella zona occidentale. Poi sullo stipite della porta è stata ritrovata una sorta di iscrizione. Quest’ultima è associata ad un’antica tomba pagana presente nel sito.

Dentro il Battistero di San Giovanni in Fonte è visibile un affresco che raffigura i santi. E ancora un dipinto di quattro evangelisti su una parete della cappella absidale. Probabilmente oggi è incompleto, perché si pensa che accanto c’era anche la figura di Cristo. Ma tale dipinto con gli evangelisti è oggi conservato nella Cappella di Santo Stefano in Calabria.

Da quanto vi abbiamo raccontato si evince l’importanza di questa zona, la precisione delle architetture e delle costruzioni di un tempo. Una visita presso il Battistero paleocristiano di San Giovanni in Fonte è molto suggestiva. I pensieri corrono veloci e lontano nel tempo.

Se sei interessato ad altre informazioni utili visita il nostro portale (www.cilentoshop.it). Troverai altri articoli riguardanti Padula. Oppure sulle altre località del Cilento.

Per restare aggiornato seguici anche sui nostri social. Visita la nostra pagina Facebook Instagram. Per soddisfare la tua curiosità puoi guardare anche i video sul nostro canale Youtube!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *