Categoria: Location

Le Location del Cilento sono in un’area geografica situata in Provincia di Salerno – Campania, nella zona meridionale della regione, limitata a nord dalla catena dei Monti Alburni e a est dal Vallo di Diano.

Il nome Cilento deriva da cis Alentum (al di qua dell’Alento), anche se il nome non ne segna più il confine.

Il territorio del Cilento è dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO, gran parte delle sue location rientrano nel Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni.

Il profilo orografico è marcato, aspro, povero di estensioni pianeggianti per lo più in corrispondenza dei fiumi principali (l’Alento, il Tanagro). Le cime montuose più importanti sono: Cervati, Alburni, Gelbison, Motola, Monte Centaurino, Cocuzzo, Bulgheria, Monte Stella. La costa, dal Sele ad Agropoli, e sul litorale tra Casal Velino ed Ascea, è principalmente bassa e sabbiosa; la restante costa è alta e rocciosa, caratterizzata da particolari grotte e insenature (soprattutto il tratto tra Palinuro e Camerota).

Considerando l’aspetto degli usi, delle tradizioni, dei costumi, delle usanze, etc., nei paesi Cilentani le radici genetiche si pongono nella cultura contadina; addirittura importata da quei coloni greci che per primi raggiunsero queste zone quasi 3000 anni fa.

L’area geografica del Cilento è costituita da n°99 Comuni, che vengono tradizionalmente raggruppati in 5 differenti aree:

  • Alto Cilento: territorio attraversato dal fiume Alento, delimitato tra il Monte Stella e Punta Licosa;
  • Cilento Centrale: territorio circoscritto dal Monte Gelbison e la fascia costiera delimitata dalla penisola di Punta Licosa e la penisola di Capo Palinuro;
  • Basso Cilento: area delimitata dai bacini idrografici dei fiumi Bussento, Lambro e Mingardo, comprendente nella parte nord il massiccio del Monte Bulgheria, includendo la costa da Capo Palinuro fino alla parte più settentrionale del golfo di Policastro;
  • Valle del calore e Alburni: è la zona che si snoda lungo il percorso del fiume Calore Lucano che nasce sul Monte Cervati, scorre ai lati dei monti Alburni e si congiunge a nord col fiume Sele;
  • Vallo di Diano: vasto altopiano attraversato dal fiume Tanagro e delimitato tra il massiccio del Monte Cervati a ovest e l’Appennino lucano a est.

Dalle righe sopra si conclude, quindi, che il Cilento è un territorio variegato e costituito da location di vario genere, spesso lo stesso Comune presenta diverse conformazioni e tipicità: zone costiere, collinari e montane, coste basse e sabbiose, coste alte e rocciose, zone impervie, fitta macchia mediterranea, boschi, gole di fiumi, limitate aree pianeggianti, grotte e insenature, e ancora … borghi antichi, centri storici, palazzi antichi, siti e/o aree archeologiche, percorsi e sentieri, chiese, conventi, santuari, sorgenti, cascate, grotte, oasi, musei … e tanto altro da vedere!