Inghiottitoio di Vallivona

Tra le tante cose da vedere nel Cilento, ecco una delle più particolari: l’Ingiottitoio di Vallivona a Sanza.

Il borgo di Sanza e il suo territorio si trova nella zona più interna del Cilento. La zona si configura pressoché collinare. Il territorio comunale è molto esteso, il centro abitato è immerso in un’area naturale di elevato pregio ambientale e naturalistico. In particolare ci sono due catene montuose di riferimento: il Monte Cervati e il Monte Centaurino.

Il paesaggio a Sanza è influenzato e determinato da caratteristiche sia morfologiche che geologiche. Infatti ci sono luoghi di attrazione e incredibili scenari. Come per esempio la Grava di Festolaro e l’Inghiottitoio di Vallevona che si trova sul Monte Cervati. Tutto ciò dona al territorio circostante una flora rigogliosa, e anche una fauna molto ricca e variegata.

Vediamo qualche cosa più in dettaglio sull’Inghiottitoio di Vallivona o di Vallevona.

Tra le cose da vedere a Sanza c’è l’Inghiottitoio di Vallivona e del contesto paesaggistico circostante. Tra la natura incontaminata del Cilento. Ci sono diversi sentieri che danno la possibilità di esplorare la zona. Il paesaggio a Sanza è particolarmente modellato con forme carsiche. Questa caratteristica si traduce per esempio con la presenza di fosse scavate da torrenti sempre in piena e da numerose sorgenti.

L’accesso all’Inghiottitotio avviene attraverso un tunnel artificiale scavato nella montagna. Una caratteristica è sicuramente l’ambiente caldo-umido al suo interno. Questo genera un ambiente micro-climatico particolare, molto adatto per alcune specie di piante e animali. Quello che colpisce l’occhio è anche la presenza di pareti a strapiombo e cascate. Si è capito … è un luogo di rara bellezza.

Questa zona si trova a circa 1100 m sul livello del mare. Ed è ovviamente servita da un itinerario naturalistico: Inghiottitoio di Vallivona, o Affondatore di Vallivona. In particolare si trova incastonato nel massiccio più alto delle Campania, con una morfologia tipica di un ambiente carsico. Tra inghiottitoi, sorgenti freschissime e corsi d’acqua temporanei.

L’ingresso all’Inghiottitoio di Vallivona avviene da una sorta di piccola tunnel. Quest’ultimo durante la stagione fredda è sempre pieno d’acqua. La galleria è lunga circa 500 m, ma si può percorrere in sicurezza. Alla fine di questa specie di tunnel si apre uno scenario incredibile, quasi surreale! L’impressione sarà quella di entrare in una foresta pluviale cilentana. Si troverà una vegetazione diversa dal paesaggio incontrato lungo il sentiero. Tra grandi pareti a strapiombo che apriranno la veduta verso il cielo.

Per raggiungere l’Inghiottitoio di Vallivona ci sono due itinerari:

  • Percorso più corto. Da Sanza si deve percorrere la S.S.18 b in direzione Rofrano per circa 10 km. Basta seguire le indicazioni. Ad un certo punto si deve svoltare a destra verso il Monte Cervati. I primi chilometri della strada (circa 5) sono asfaltati , poi diventa sterrata. Ed è proprio qui che dovrete parcheggiare e iniziare la vostra passeggiata a piedi. Ad un certo punto troverete l’imbocco della galleria. Il percorso più breve è adatto a tutti. La lunghezza è di circa 4 km, considerando sia l’andata che il ritorno.
  • Percorso più lungo. Da Sanza si deve percorrere la S.S.18 b in direzione Rofrano. Dopo circa 4 km arriverete vicino un ponte denominato Inferno. Qui ci sarà idonea segnaletica che darà le informazioni sul sentiero naturalistico. Quest’ultimo vi porterà fino alla vostra meta: l’Inghiottitoio. Il percorso più lungo è consigliato ad escursionisti più esperti ed allenati. Infatti la lunghezza è maggiore: circa 12 km, considerando sia l’andata che il ritorno.

Per raggiungere l’Inghiottitoio di Vallivona è ovviamente è consigliata l’attrezzatura da trekking. Come per esempio gli scarponcini, bastoncini telescopici e stivali in gomma (nel caso in cui vorrete attraversare il tunnel). Poi una torcia e una borraccia d’acqua. Diamo per scontato una macchina fotografica!

Infine ecco un nostro breve video che raccoglie alcune fotografie su una zona molto caratteristica di Sanza: Vallivona in foto. Quest’area è molto visitata per la presenza del famoso Inghiottitoio. In particolare è servita da diversi itinerari naturalistici.

Se cercate altre informazioni per le vostre vacanze, su Sanza e su altre , visitate il nostro portale (www.cilentoshop.it). Per esempio potrebbe interessarti l’articolo dove si trova Sanza.

Per restare aggiornato seguici anche sui nostri social: visita la nostra pagina Facebook Instagram. Guarda tutti i video sul nostro canale Youtube!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *