Lamparata

Lamparata

Lamparata è un’esperienza da provare! Il Cilento si costituisce da aree costiere e zone collinari/montane, ognuna di esse con le proprie caratteristiche, culture, tradizioni; alcune di queste ultime si utilizzano e si tramandano ancora oggi.

Approfondiamo la lamparata, antica tecnica di pesca che pone radici oltre il secolo scorso.

E’ un tipo di pesca che si effettua di notte, ci si avvia al calar del sole e può durare anche fino ai primi bagliori dell’alba. Negli ultimi decenni è stata adattata e quindi utilizzata anche nell’ambito della pesca-turismo.

La Lamparata del Cilento si può dividere un due momenti: la pesca e il banchetto.

Al calar del sole si esce dal porto con due barche, una grande con la rete e i pescatori, e un’altra piccola su cui è montata una particolare lampada detta “lampara”, condotta dal “lumista” e governata a remi. La barca piccola con la luce (lampara) attrae i pesci e li attira in superficie, col passar del tempo, e l’abilità del lumista li fa spostare laddove è più comodo e conveniente usare la rete (profondità, tipo di fondale, etc.). Al momento opportuno interviene la barca più grande coi pescatori che fremono dalla voglia di fare il proprio dovere: pescare! Dalla barca più grande si cala la rete, chiamata “cenciola” (cianciolo); essa è formata da anelli metallici nella parte bassa (quella che va verso il fondale) nei quali passa una fune, mentre nella parte alta è composta da piccoli galleggianti (palangari). La rete viene calata intorno alla barca piccola, in modo da circondarla, così da creare un cerchio. Una volta chiuso questo cerchio si inizia a tirare la rete: si tirerà dapprima la fune che passa dentro gli anelli posti nella parte bassa della rete stessa, così da creare tipo un sacco.

I turisti possono assistere a questo indimenticabile spettacolo, o dalla barca grande coi pescatori, o da una barca di appoggio specifica che si posiziona nelle immediate vicinanze (questo dipende dal numero di turisti e/o dagli organizzatori).

E i pesci???

I pesci ormai sono intrappolati nel sacco, abbiamo tirato la parte bassa della rete e quindi i pesci restano intrappolati tipo in un sacco a mare. Mano a mano, i pescatori, disposti sulla barca grande, tirano la restante rete e si aspetta con ansia di arrivare agli ultimi metri per vedere il mare cosa ci ha riservato….. quali pesci?!? quanti pesci?!?

Il pescato viene issato a bordo, selezionato e preparato per il “banchetto”. Si va tutti su una spiaggia, pescatori e turisti, e si prepara da mangiare, o meglio, si cena sulla spiaggia! Si mangia il pesce azzurro più fresco in assoluto.

Chi ha voglia, mentre si prepara la cena, può intrattenersi con un bagno notturno.

Allora, vi siete incuriositi? Fate questa esperienza, non ve ne pentirete.

Questo tipo di pesca turismo, la Lamparata, si pratica in quasi tutti i borghi marinari del Cilento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *