Le Chiese di Laurino

Ecco le Chiese di Laurino. Un caratteristico borgo del Cilento che si trova sulla collina del Monte Cavallo a 531 m sul livello del mare. Da cui domina il paesaggio circostante. In particolare in fiume Calore Lucano e le valli, lo strapiombo del Monte Cavallo. Ma si intravede anche la costa di Paestum.

Il territorio è caratterizzato da un ambito naturale ricco di flora e di fauna. Altra peculiarità locale è l’aver conservato l’impostazione a carattere agricola-pastorale. Infatti ci sono ancora molti oliveti, vigneti e coltivazioni di cereali.

Laurino offre diversi spunti, sia a carattere culturale che speleologico. Per esempio è di grande interesse la grava di Vesalo. Oppure il Convento di Sant’Antonio di Padova, il castello longobardo, la Collegiata di Santa Maria Maggiore.

Laurino  è ubicato nel cuore del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, sulla collina del monte Cavallo su cui si può scorgere la costa di Paestum da un lato e lo strapiombo del Cavallo dall’altro. Ricco di flora e fauna di ogni tipo, ha conservato intatta la sua fisionomia a carattere agro-pastorale, coltivato a vigneti, oliveti e cereali.

Ma vediamo le Chiese di Laurino. Chiese, Cappelle e Campanari!

Fra XIII e XIV secolo, circa, a Laurino esistevano 6 Parrocchie fondate in epoca diversa. In particolare S.Maria, Ognissanti, S. Biagio. Poi S. Matteo, S. Pietro e S. Lorenzo. Inoltre erano presenti i Conventi di S. Benedetto, S. Agostino, S. Spirito, S. Antonio Abate e S. Simeone (in territorio di Piaggine).

Ancora nel territorio di Fogna c’era la Badia basiliana di S. Maria de Vita. Mentre già da un paio di secoli l’altro Cenobio basiliano di Pruno si era trasferito a Rofrano diventando S. Maria di Grottaferrata.

Inoltre il territorio era disseminato di chiesine e cappelle dedicate. Dedicate principalmente alla santa eremita Elena. Ma anche ad altri santi della tradizione orientale e occidentale.

Il Borgo murato, il Castrum, oltre ad essere una fortezza militare col suo castello e le sue mura, era anche una cittadella religiosa irta di decine di campanili grandi e piccoli.

Molte chiese e cappelle sono scomparse nel corso dei secoli, ma la maggioranza sopravvive a testimonianza di un fascinoso Medioevo.

Ecco un rapido elenco delle Chiese di Laurino.

S. Maria Maggiore (anno 1000)

Convento di S. Antonio di Padova (XVI sec.)

Ognissanti (XIII sec.)

Santu Laurienzu, (XIII sec.)

Santu Jase (XIII sec.)

S. Matteo XII sec.

Madonna del Mondo (XIX sec.)

Santu Niculieddu (XVIII sec.)

SS. Annunziata (XIV-XVI sec.)

Cappella di S. Elena a Gorgonero ( IX sec.?)

Eremo di S. Elena a Pruno (IX sec. ?)

Se sei interessato ad altre informazioni utili visita il nostro portale (www.cilentoshop.it). Troverai altri articoli riguardanti Laurino. Oppure sulle altre località del Cilento. In particolare abbiamo una sezione dedicata alle Chiese del Cilento.

Per restare aggiornato seguici anche sui nostri social. Visita la nostra pagina Facebook Instagram. Per soddisfare la tua curiosità puoi guardare anche i video sul nostro canale Youtube!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *