Come arrivare a Castellabate
Come arrivare a Castellabate

Come arrivare a Castellabate

In questo articolo approfondiremo come arrivare a Castellabate. Ma vi daremo anche altre notizie per le vostre vacanze!

Collocato tra Paestum e Velia, il Comune di Castellabate è uno dei più importanti centri balneari della Costiera Cilentana. Nonché di notevole interesse storico culturale del Parco nazionale del Cilento e Vallo di Diano.

Ma vediamo come arrivare a Castellabate.

Per raggiungere Castellabate in auto da nord conviene percorrere la Roma-Caserta. E utilizzare lo svincolo A3 per la Salerno-Reggio Calabria. All’uscita di Battipaglia, o Eboli, proseguiremo per la statale SS18 fino ad Agropoli (sud). Dove prenderemo l’uscita in direzione Santa Maria di Castellabate.

Per raggiungere Castellabate in treno, la stazione consigliata è quella di Agropoli. Il centro abitato non è vicino ma dista circa 20 minuti. Però alla stazione troverete un’organizzazione eccellente di transfer e noleggi. Oltre che di servizi pubblici.

Il Cilento non è ben servito per quanto riguarda il raggiungimento via aerea. L’aeroporto più vicino è quello di Napoli (Capodichino). Arrivati si può scegliere di raggiungere il Cilento con tutti i mezzi possibili (treno, auto, via mare). In maniera molto semplice. Infatti basta raggiungere la stazione centrale di Napoli, quella di Piazza Garibaldi. Dista dall’aeroporto circa 20 minuti.

Ma c’è anche un altro aeroporto, quello di Salerno-Costa d’Amalfi. E’ ubicato a Pontecagnano e a circa 20 km più a sud di Salerno. Questo aeroporto risulta secondario rispetto a quello di Napoli. Ma vi consigliamo comunque di consultare il sito (www.aeroportosalerno.it) per valutare la scelta e verificare la presenza di offerte.

Raggiungere il Cilento via mare nel periodo estivo è molto semplice. Infatti è attivo il servizio “Cilento Blu” che collega i porti di Napoli, Salerno e la Costiera Amalfitana. Con alcuni porti della costiera cilentana. Basterà imbarcarsi nei porti di Napoli, Salerno o quelli della costiera. Per raggiungere i porti di Agropoli, San Marco di Castellabate, Acciaroli, Casal Velino, Pisciotta, Palinuro e Camerota. Ogni estate sono previste solitamente 4 linee. Però vi consigliamo di consultare il sito per orari e disponibilità. Il biglietto è acquistabile a bordo. O in uno dei punti vendita elencati nel sito www.metròdelmare.it.

Capito come arrivare a Castellabate, ecco qualche altro spunto per le vostre vacanze. O semplicemente per saperne di più!

Castellabate è uno dei paesi più grandi e più conosciuti del Cilento. Ed è posizionato nell’area ovest del territorio cilentano. Sorge su un colle alto poco meno di 300 metri s.l.m. e dista pochi minuti dal mare. Il Comune di Castellabate si compone anche di frazioni. Tra le quali quelle più grandi sono le frazioni marine: Santa Marina, San Marco e Ogliastro Marina.

Il borgo di Castellabate si è sviluppato intorno intorno a un castello. Eretto intorno al 1.120 da Costabile Gentilcore, abate di Cava (ora si chiama Cava dei Tirreni) per la difesa contro i pirati. L’abbazia cavese estese il dominio al porto e al litorale. Con grosse barche dette “Saette”, comandate e servite da monaci. Esercitava il commercio di cereali, vini e oli in lontani paesi. Santa Marina è raccolta intorno alla spiaggia di località Lago, anticamente denominata Conca.

Le spiagge di Santa Marina sono frequentatissime durante il periodo estivo, grazie alla presenza di numerose infrastrutture turistiche che offrono uno standard ricettivo di alto livello. Da qui inizia una strada sterrata che sale verso punta Tresino. Probabilmente sul territorio gli achei sibariti, fondatori di Poseidonia, eressero un grande tempio dedicato a Poseidone, successivamente andato completamente distrutto.

San Marco è la seconda frazione marina di Castellabate che s’incontra arrivando da Agropoli. E’ più antica di Santa Maria. Il museo archeologico di Paestum conserva numerosi reperti qui rinvenuti: è assai probabile, infatti, che l’odierna frazione sorga sul sito dell’antica “Cittadella” di origine focea. Sotto il dominio romano, fu eletta dal patriziato a luogo di villeggiatura estiva: dei fasti greco-romani resta lo splendido porto. Sulla parte alta della costa (collina Castelsandra) sorge un Parco naturale dalla vegetazione lussureggiante e molto caratteristica.

Per restare aggiornato seguici sui nostri social: visita la nostra pagina Facebook Instagram, e guarda tutti i video sul nostro canale Youtube!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *