La Costa del Cilento

La Costa del Cilento

Tra le tante anime del Cilento, e quindi del parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni, quella marinara è senza dubbio una delle più forti e tra le più rilevanti nella Costa del Cilento.

Un terzo delle coste campane fanno da confine, sul Mar Tirreno, al territorio del Cilento. La morfologia delle coste del Cilento si presenta molto variegata, con alternanza di splendide spiagge (più frequenti nel tratto settentrionale), promontori rocciosi, scogliere ed alte falesie a strapiombo sul mare, che delimitano piccole insenature verdi di macchia mediterranea (in particolare ginepri e pini d’aleppo).

La diversa natura geologica del territorio (Flish del Cilento e Calcari dolomitici) rende molto vario il profilo e l’orografia delle coste, cha appare più dolce a nord (da Agropoli a Palinuro), e più aspro, inaccessibile e selvaggio da Capo Palinuro a Scario, nel settore meridionale.

Lungo quest’ultimo tratto, dominato a sud dallo sprone calcareo-dolomitico del Monte Bulgheria (1.225 m), le abbondanti manifestazioni carsiche hanno aperto innumerevoli grotte, a volte invase dal mare che ha contribuito a rimodellare la loro originaria struttura, impreziosendole con luci, colori e fenomeni erosivi che rendono unico questo tratto di costa.

Nella Grotta Azzurra di Palinuro, inoltre, sono presenti fenomeni di rifrazione che colorano di un indimenticabile azzurro l’acqua in cui vive una peculiare fauna marina legata a risorgive idrotermali sottomarine di tipo sulfureo.

Tutte le grotte mostrano inoltre tracce di frequentazioni preistoriche.

Ma la Grotta Azzurra di Palinuro è solo una delle tante grotte, insenature, cale, etc., che caratterizzano l’intera costa del Cilento e la rendono unica. Sono presenti tante grotte, emerse e sommerse, che rendono la Costa del Cilento una delle più visitate e tra le più ricercate. Anche la costa in prossimità di Marina di Camerota offre tante cose da vedere.

Tutto il litorale cilentano può essere visitato via mare. Come? Con una gita in barca! Queste gite si organizzano presso i borghi marinari dotati di strutture portuali.

Oppure si può pensare di noleggiare una piccola imbarcazione o un gommone, sempre presso le strutture portuali del Cilento, per un giro e un bagno in libertà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *