Monte Stella e Monte Gelbison
Monte Stella e Monte Gelbison

Monte Stella e Monte Gelbison

Monte Stella e Monte Gelbison: sulla destra e sulla sinistra orografica del Fiume e della Valle dell’Alento si innalzano, rispettivamente, i due complessi. Essi costituiscono l’ossatura della formazione geologica del Flysh Cilento.

Il Monte Stella  è alto 1131 m, e costituisce così la cima più alta del territorio che lo circonda. Tale Monte è ritenuto il fulcro geografico e spirituale  del “Cilento antico”. Attorno ad esso sorgono difatti insediamenti urbani. Molti dei quali sono di antichissima origine, che disposti a cintura accentuano la particolare centralità del rilievo. Molti chiamano il Monte Stella “la Montagna Sacra del Cilento“.

E’ qui che gli antichi Popoli Lucani costruirono le loro piccole a fortificate città. In quest’area, abitata da sempre, dolce e degradante vero il mare e verso l’interno, si svolsero traffici tra antica Poseidonia (Paestum) e la colonia focea di Elea (Velia). Praticamente dal mare verso oriente e da nord a sud, attraverso percorsi di crinale ed antichi sentieri ancora visibili.

Più a Sud e verso oriente eleva il Monte Gelbison (o Monte Sacro), scuro per le folti foreste che lo ricoprono fino alla sommità (1705 m).

È questo un monte “diverso”, unico per la sua struttura flyscioide nel bel mezzo della “piattaforma carbonatica” dell’Appennino meridionale. La montagna è inoltre ricca di acque, le numerose sorgenti non sprofondando nelle trappole carsiche. Ma sgorgano numerose levigando massi bruni e rendendo questi luoghi ricchi di verde.

La sommità del Gelbison sembra essere stata da tempo immemorabile un luogo di culto. Il suo nome deriva probabilmente dall’arabo e potrebbe significare “Montagna dell’Idolo”.

Oggi vi sorge il Santuario di Maria SS. Della Montagna, meta di numerosissimi pellegrini. Ed esistono tracce di un santuario innalzato nell’VIII secolo da Padri Basiliani provenienti dalla Penisola Balcanica.

Dal Gelbison nascono diversi ed impetuosi torrenti cilentani: il Badolato, il Palistro, il Lambro ed il Mingardo che, dopo un breve corso che in alcuni casi apre strette gole nella barriera calcarea, sfociano nel Tirreno.

Tra il Monte Stella e il Monte Gelbison scorre il fiume Alento, da cui probabilmente deriva il nome di tutto il territorio (forse da “cis Alentum”:”al di là dell’ Alento”) alle cui foci sorgeva uno dei maggiori centri culturali della Magna Grecia: Elea, con i suoi due Porti.
Questi due complessi montuosi offrono molti spunti in merito ad escursioni, trekking, cultura, architettura, etc. … per avere qualche spunto in più date un occhiata a: Monte Stella e Monte Gelbison – Natura e Cultura.

Se sei interessato ad altre informazioni utili visita il nostro portale (www.cilentoshop.it). Troverai altri articoli riguardanti il Cilento. Per esempio potrebbe interessarti l’articolo Monte Stella e Monte Gelbison: Natura e Cultura.

Per restare aggiornato seguici anche sui nostri social: visita la nostra pagina Facebook Instagram. Guarda tutti i video sul nostro canale Youtube!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *